Simon Gallup lascia i Cure

Bassist Robert Smith Simon Gallup The Cure

"Stufo del tradimento"  e  "con il cuore un po’ pesante non sono più un membro dei Cure! Buona fortuna a tutti loro". Queste le parole di Simon Gallup, il bassista dei Cure, in un post pubblico del 14 agosto. La notizia non è ancora stata ufficializzata dalla band, ma le intenzioni sembrano chiare.

Gallup si era unito alla band nel 1979 dopo aver suonato nel side-project di Robert Smith "Cult Hero". In seguito aveva lasciato la band nel periodo che va dal 1982 al 1984. Al momento è il secondo membro più longevo della band dopo Smith. 

Nel 2018, in un'intervista rilasciata al  "The Irish Times", Robert Smith aveva affermato che, se Gallup avesse lasciato  la band, “non avrebbe avuto più senso che la stessa si chiamasse The Cure".

Parlando con NME in un servizio di copertina di Big Read nel 2019, sempre Robert  Smith aveva aggiunto che la relazione tra lui e Simon era senza dubbio la combinazione più pericolosa all'interno dei Cure. "Per me, il cuore della band dal vivo è sempre stato Simon, ed è sempre stato il mio migliore amico". “Abbiamo avuto dei periodi difficili nel corso degli anni, ma siamo riusciti a mantenere un'amicizia molto forte che è nata da quell'esperienza condivisa di quando eravamo adolescenti. Quando hai amici del genere, in particolare per così tanto tempo, ci vorrebbe qualcosa di veramente straordinario per rompere quell'amicizia".

Robert Smith ha recentemente affermato di credere che il prossimo album dei Cure sarà l'ultimo. Questo è quanto ha dichiarato al "Sunday Times". 

Non ci resta che aspettare l'uscita del nuovo album augurandoci che sia un degno epilogo per una band che ha dato un importante contributo alla storia del rock internazionale.

 


Articolo più vecchio Articolo più recente


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati