L'ultima opera d'arte della Band di Crowley salvata per miracolo

Curiosità The Cure

L'estate idilliaca dei Cure si interruppe bruscamente.

La prima sera, una presa elettrica difettosa nella stanza di Robert Smith provocò un incendio mentre la band era a cena.

Tutti i testi scritti a mano del nuovo album si trovavano in una borsa di pelle in quella stanza e non c'erano copie, ma quando la band e lo staff si accorsero del fumo e si precipitarono al piano di sopra, la stanza era in fiamme.

"Solo io sapevo dove avevo messo la borsa", ricorda Smith, "quindi dovevo essere io ad andare a prenderla". Il personale era isterico. "Non puoi entrare lì dentro! Brucerai!". Ignorando gli avvertimenti, il gruppo formò una catena umana e, con gli asciugamani bagnati avvolti intorno alla testa e alle spalle, aiutò Smith che brancolò alla cieca nella stanza piena di fumo finché la sua mano non si posò sulla borsa già fumante.

"Ho tossito fuliggine e fumo per giorni dopo. Stavo piuttosto male... Ma avevo salvato le parole! Le pagine erano bruciate e ustionate, ma la maggior parte era leggibile. Sapevo che se non fossi andato a prendere quella borsa, 'Disintegration' sarebbe stato un album strumentale... e io non lo volevo proprio!".

 Racconto tratto dalla pagina Facebook "The Cure fan club Italia"

>>> Clicca qui per iscriverti alla pagina <<<

 


Articolo più vecchio


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati