Nel mese di Giugno di 49 anni fa veniva pubblicato uno degli album più rappresentativi della storia del rock: The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars

Any Day Now David Bowie Kevin Cann The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars Ziggy Stardust

Ricordiamo questo anniversario, raccontando qualche episodio bizzarro accaduto, in quei giorni, a Ziggy & Co.

Martedì 6 Giugno 1972 (St George's Hall, Bridge Street, Bradford, West Yorkshire)

Nel giorno di pubblicazione dell'album, a Bradford, si ripete una situazione sempre più familiare: dopo il sound check del pomeriggio, a David e alla band viene rifiutato l'accesso a un ristorante, perché il loro abbigliamento è considerato indecoroso. Il pianista/promoter Nicky Graham li aiuta a placare il diverbio e alla fine riescono ad entrare.

Lunedì 19 Giugno 1972 (Civic Centre, Southampton, Hampshire)

I musicisti tornano a Southampton, dove hanno già suonato solo tre mesi prima, nella vicina e più piccola Guild Hall, mentre alla radio, la BBC trasmette le sessioni per "Sound of the 70s", presentata da Bob Harris. Durante il tour, nel corso di un breve rientro a Haddon Hall, David e alcuni membri della band, trovano la sua preziosa collezione di dischi sparsa sul pavimento del salone, con le copertine e i vinili tutti scarabocchiati con una penna a sfera. Zowie, lasciato incustodito per un breve periodo, ha devastato l'intera collezione di dischi di suo padre. Che naturalmente non resta divertito dalla cosa.

Domenica 2 Luglio 1972 (Rainbow Pavillion, Torbay, Devon)

Finora David ha raggiunto la maggior parte dei concerti con il resto della band in uno stretto minibus (che ricorda un po' i giorni on the road degli anni sessanta con l'ambulanza riconvertita). D'ora in poi viaggerà separatamente, in una Jaguar presa a noleggio.

Giovedì 6 Luglio 1972

Una grossa fetta del pubblico televisivo britannico di prima serata guarda David a "Top of the Pops" mentre cinge Mick Ronson con un braccio, mostrando le unghie dipinte di bianco e ribandendo l'ambiguo glamour del personaggio di Ziggy. Con Nicky Graham alle tastiere e David completamente rilassato e sicuro della sua performance, l'apparizione resterà memorabile per molti spettatori, da Boy George, Adam Ant e Gary Kemp degli Spandau Ballet a Mick Jones dei Clash e Ian McCulloch degli Echo & the Bunnymen, che nel 2007 ha dichiarato: " Quando sentii Starman e lo vidi a Top of the Pops, fui rapito. Mi pare di essere stato il primo a dirlo e poi sono venute schiere di persone che hanno affermato che quella puntata di Top of the Pops ha cambiato le loro vite".

Sabato 2 Dicembre 1972 (Tower Theatre, Philadelphia) 

Durante il bis David rischia di scivolare all'indietro nella buca dell'orchestra, ma riesce abilmente ad evitare la caduta aggrappandosi con le gambe a una balaustra e, appeso a testa in giù, continua a cantare come se tutto fosse stato pianificato da tempo.

(dal Libro: David Bowie Any Day Now - Gli Anni Londinesi: 1947-1974 di Kevin Cann - Editore Arcana Edizioni Srl 2011, originariamente pubblicato da Adelita Ltd 2010 - Tutti i diritti riservati)

(Foto di Mick Rock, dal libro David Bowie Any Day Now di Kevin Cann - Tutti i diritti riservati).

 

 


Articolo più vecchio Articolo più recente


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati